Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Japanese Apartment 'Japanese Apartment'

(Autoproduzione 2006)

A leggere le note stampa, le fondamenta di questo “appartamento giapponese” sembrerebbero abbastanza solide: l’amore per l’indie-rock, l’elettronica, il pop degli shoegazer, “la passione per i suoni vintage” nonché la “stesura di liriche emozionali” sono ingredienti che farebbero venire l’acquolina in bocca a più di un appassionato.
Solo che questo primo ep della band di Treviso delude le aspettative: le sei tracce che lo compongono rivelano ancora una eccessiva timidezza in fase sia compositiva che esecutiva. Non che il lavoro sia brutto: Bossanova Douglas, una tenera ballata con orchestrazioni sintetiche (che, per la cronaca, non ha nulla a che vedere con la bossanova), gli ampi e suggestivi fraseggi di tastiere dello strumentale Cookies On The Couch o le divagazioni chitarristiche che sanno molto di Inghilterra anni ’80 di Farewell To Childhood riescono a farsi ascoltare con piacere.
Il punto è che una volta spento il lettore cd, nella mente dell’ascoltatore non rimane nulla: non c’è niente che lasci il segno per davvero. L’impressione è che Elia Trevisan (voce, chitarra e synt), Matteo Pezzetto (chitarre, synth e organo), Marco Andreetta (voce, chitarra e sinth), Francesco Fornasier (basso) e Douglas D’Este (batteria) abbiano scritto e suonato con il freno a mano tirato, limitandosi al compitino dignitoso ma asettico. Troppo poco, insomma, per una sufficienza.

Aggiunto: April 19th 2007
Recensore: Marco Loprete
Voto:
Link Correlati: Japanese Apartment Home Page
Hits: 864
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest