Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Cheope 'Downloadideas'

(Heartlines Music/Alkemist Fanatix Europe/Edel Distribuzione 2006)

Grande promozione per l'album di debutto dei Cheope, su cui a quanto pare la Ammonia Records conta molto per avere un buon successo anche all'estero. Francamente, non mi sembra che il gruppo romano abbia grandi carte da giocare sul piano internazionale, e ho i miei dubbi anche su quello nazionale... ma andiamo in ordine.
I cinque romani suonano una specie di misto tra nu-metal, progressive e hard rock, con una certa predisposizione a far risaltare soprattutto il primo, purtroppo. E ciò si nota palesemente nei momenti rappati (evitabili e ormai passati pure di moda) e in diversi riff e ritmi che tendono inevitabilmente al semplicistico.
Stranamente la cosa che lascia più dubbi sul gruppo è proprio la voce del cantante, Erk, che potremmo descrivere idealmente come una brutta imitazione di Hetfield in versione Nickelback; lascia un inevitabile retrogusto di 'già sentito' e d'imitazione proprio sgradevole. Tecnicamente il gruppo se la cava anche bene, anche se non è chiaro se i limiti imposti alla durata degli assoli e alla complessità dei riff siano meramente tecnici oppure autoimposti per non sfociare nell'eccessiva complessità.
Insomma, nonostante qualche pezzo orecchiabile (Leave Me Alone) e qualche svisata pseudoDream Theateresca (Downloadideas), il debutto dei Cheope risulta davvero troppo formulaico per poter riuscire in un genere che ormai ha già superato la fase di saturazione e che necessiterebbe di idee originali sposate alla buona tecnica.
Neanche la decente produzione e l'aiuto del mostro sacro George Marino alla masterizzazione salvano l'album dall'essere appena sufficiente; inevitabilmente portato giù da banalità (il coretto semi-Queen su Colors) e formule unte e bisunte (ritornello di What'd U Want), "Downloadideas" è solo per grandi appassionati.

Aggiunto: June 5th 2007
Recensore: Damiano Gerli
Voto:
Link Correlati: Homepage band
Hits: 823
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest