Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Fabio Orsi / My Cat Is An Alien ‘For Alan Lomax’

(A Silent Place 2006)

Fabio Orsi ed i My Cat Is An Alien splittano tosti dedicando il tutto all'indagatore rurale Alan Lomax (l'altisonante titolo ce lo potevano comunque risparmiare...).
Grazie a Dio le temute gigionerie prewar folk non si materializzano.
Fabio Orsi veleggia sulle ali della grazia lungo un trenta abbondanti minuti di deliquio romantico chiaroscurale che si lascia alle spalle (il pur bellissimo) “South of Me”, una coltre dronata dolcissima che ti si avviluppa alle caviglie e non ti lascia più, una linea pianistica satiana disturbata dall'elettronica; Roy Montgomery in lacrime, Main del principio senza fissità isolazionista; My Bloody Valentine senza propulsione ritmica con i motori in fase di arresto.
Un'onda soffice e cangiante che ad un certo punto si invola verso le stelle grazie alla voce di un pescatore del sud (siciliano?) catturata da Lomax decine di anni addietro. Il brano si scarta d'incanto in un'ampia distesa assolata solcata dal vento.
Ammaliante risacca emotiva spumosa.
Un mezzo capolavoro in poche e chiare parole.
I My Cat alla faccenda ci girano intorno come solo loro possono fare, inizio in sordina zoppicante, tremolii ed apparenti titubanze, poi via, verso lo spazio profondo sospinti da un carburante che pare essere un'emulsione distillata di La Monte Young;“Strumming Music” incessante e maniacale ed un tossico rigurgito dei 13 Floor Elevators.
Scampanellio infinito che collassa gradatamente sulla voce del Roberto Opalio; si rientra alla base.
Un ottimo lavoro, Fabio Orsi ad un certo punto giganteggia letteralmente sulle ali di un'affilata e ben strutturata malinconia, i My Cat non si risparmiano come loro solito ma; stavolta non sono i più bravi.
Otto a Fabio Orsi; Sette ai My Cat.
Caldamente consigliato.

Aggiunto: February 5th 2007
Recensore: Marco Carcasi
Voto:
Link Correlati: www.asilentplace.it
Hits: 858
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest