Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


False Friends 'R'n'r Saviour'

(Autoproduzione 2006)

Qual è il punto di congiunzione tra Kinks e Television? Riposta: i False Friends. Con questa considerazione non si intende affatto equiparare il pur valido trio italiano ai due mostri sacri del pop-rock sopra citati, ma solo sottolineare le influenze principali che hanno fin qui guidato ed ispirato il percorso musicale della band di Michele Bertamini (chitarra e voce), Massimo Giovannini (batteria) e Marcello Bonazza (basso).
Le sei tracce che compongono questo demo, intitolato "R’n’r Saviour", denunciano infatti abbastanza chiaramente come alla base della scrittura dei pezzi ci sia l’ascolto attento del pop e del rock inglese degli anni ’60, del garage rock e della new-wave dei Television.
E proprio l’influenza di Tom Verlaine si avverte negli elaborati passaggi chitarristici che impreziosiscono Rocket Ufo, No Airplanes, Small e Peach; in quest’ultima, l’amore per il musicista americano è dichiarato esplicitamente, dato che il pezzo contiene al suo interno, a mo’ di citazione, il riff di Marquee Moon. Più difficile da rintracciare, invece, è l’omaggio ai Creation, misconosciuta formazione psichedelica inglese dei tardi sixties, contenuto nella seconda traccia, l’elettrica e graziosa Pop Torture. Il quinto brano, Dreams è invece una (riuscita) cover dei Kinks del geniale Ray Davies.
Sebbene caratterizzato da qualche ingenuità e da una non grandissima originalità, "R’n’r Saviour" ci rimanda l'immagine di una band decisamente capace sotto il profilo tecnico-compositivo. C’è da sperare che, con le prove successive, i tre trovino la forza di sganciarsi dai propri modelli, ancora troppo presenti, e di abbracciare una sperimentazione più coraggiosa. Il rischio è quello di precipitare in uno sterile citazionismo che li accomunerebbe alle centinaia di band che oggi popolano il sottobosco delle autoproduzioni.

Per contatti: michelebertamini@yahoo.it

Aggiunto: October 9th 2006
Recensore: Marco Loprete
Voto:
Hits: 994
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest