Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Gabriel Sternberg 'Silent Days'

(Autoprodotto 2006)

Album di debutto per il tastierista/chitarrista milanese Gabriel Sternberg, che riprende dalla migliore tradizione cantautorale britannica gli ingredienti per un disco di ballate lente e calde (un po' da Nick Drake un po' dal Thom Yorke acustico).

Minimale per la scelta strumentale (quasi sempre un'unico strumento per traccia), qualche field recording (nell'apertura Today e nella chiusura Endless Night) e qualche tocco elettronico che a tratti ricorda la psichedelia dei Pink Floyd (in Last Autumn) o le atmosfere sepia di Vincent Gallo (in Please Don't Leave Me) o le stravaganze della Beta Band (nella pił ritmata Instrumental #1), l'artista riesce a costruire un mondo isolato, fatto di ballad lente ricche di arpeggi folk che allietano e sostengono la voce quasi sempre sussurrata ą la Elliot Smith.

Un disco piacevole che si inserisce nella tradizione post-electro-folk senza risultare troppo pretenzioso, senza voler per forza strafare con inutili trucchi. Un buon inizio ricco di eterogeneitą.

Links:
http://www.myspace.com/gabrielsternberg

Aggiunto: August 26th 2006
Recensore: marco braggion
Voto:
Link Correlati: Sito ufficiale
Hits: 911
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest