Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Fuelblooded 'Inflict The Inevitable'

(Copro Records 2006)

Vi ricordate per caso i Sacramental Sachem? No? Neanche io, erano il nome con cui hanno girato fin dal 1989 gli olandesi Fuelblooded. E uno penserebbe che un gruppo dall'esperienza pių che quindicennale, abbia imparato a scavarsi una piccola nicchia d'indipendenza.
Purtroppo cosė non č, visto che gli olandesi allo stato attuale suonano deathcore melodico/metal scandinavo in modo davvero non dissimile da Darkane, Soilwork e i soliti noti svedesi che conosciamo tutti a memoria.
E se l'esperienza paga in quanto a tecnica e sicurezza nei propri mezzi, basta sentire gli assoli in Dream Tech Inc o Hate Of A Thousand Ages, invece non gli č servita minimamente per inventarsi qualcosa di minimamente diverso dal resto della scena. La scelta poi di alternare vocalizzi puliti a quelli in growl, non č stata delle pių brillanti, trasmettendo spesso l'idea che le canzoni si somiglino tutte.
La produzione fa il suo dovere, niente di pių, non riuscendo a trasmettere quella rabbia che ti strappa i molari a morsi; la batteria č perfetta ma il doppio attacco di chitarra č mixato in maniera eccessivamente uniforme, rendendolo quasi superfluo.
Insomma se pure i Fuelblooded si salvano dai gruppi d'imitatori senza arte nč parte, non riescono neanche a presentarsi come significativi esponenti del genere. "Inflict The Inevitable" č tutto sommato un disco pių che discreto, ma presentando nulla di nuovo in una scena ormai satura, quanti dischi del genere potremmo ancora ascoltare senza stancarci?

Aggiunto: July 12th 2006
Recensore: Damiano Gerli
Voto:
Link Correlati: Homepage band
Hits: 899
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest