Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Ergo Phizmiz 'Concentrate On The Brass'



(Ergo Phizmiz 2005)

Party music. Strabordante, eccessiva, incontinente come un infante che non riesce ancora a controllare i bisogni del proprio corpo. Ergo Phizmiz è un piccolo genietto folle nel suo campo. Campo del quale solitamente mi interessa ben poco, ma bisogna riconoscere all'uomo i suoi giusti meriti. Iperproduttivo e inarrestabile, avendo inondato il mercato con decine e decine di cd-r, malato di plunderphonics acuta e collagismo isterico, propone in questo dischetto un autentico carnevale stroboscobico di suoni. Techno, exotica, lounge, drill'n'bass, funk, cartoon music, umori Waitsiani e ovviamente, come da titolo, tanti fiati, con trombe, trombette e tromboni sempre in agguato. Il tutto servito in un mix che non fa prigionieri e non ammette alcun diritto di replica. All'inizio magari lo si odia, ma dopo un po' è facile sorprendersi ad ondeggiare a ritmo come uno scemo e a pensare ai devastanti effetti psicomotori che un tale cd potrebbe provocare se usato nella serata giusta con la gente giusta. Detto questo, sarebbe assolutamente riduttivo e miope pensare che questa é musica buona solo per muovere qualche culo, perché sotto le vesti giocose si agita uno spirito autenticamente iconoclasta e sperimentale, che sa tenersi distante mille miglia da qualsiasi forma di banalità. Non ci vuole molto a convincersene, basta scegliere un paio di brani più o meno a caso. Ad esempio il fantastico gioco cut'n'paste di Blown At Waterloo che assembla con gusto dada, rumori concreti, effetti percussivi caracollanti, cornamuse, cupi residui fiatistici, per un effetto ossessivo e surreale che suonerebbe benissimo alla festa di compleanno di Steve Stapleton; il continuamente rimandato climax Wagneriano seguito da malinconiche riflessioni jazz su campionamenti di voci dialoganti e uccelli di Pump, l'inarrestabile martellare di Mucky Brass che risucchia una miriade di fonti musicali e non (sentire quello che sembra un frammento cinematografico mandato in loop) per trasformarli in ritmo e che finisce in una lancinante distorsione. Divertente, ma non solo. Postmodernismo all'ennesima potenza.

Aggiunto: April 15th 2006
Recensore: alfio castorina
Voto:
Link Correlati: Ergo Phizmiz
Hits: 961
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest