Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Agabus 'Last Way Left'

(Autoprodotto 2004)

Eccoci con il nuovo album (definito 'debut', non so per quale motivo, visto che non è il primo) degli Agabus, metal band lecchese, già molto attiva in campo live assieme a gruppi tipo Infernal Poetry e Arcadia.
I quattro suonano un metal piuttosto orientato verso il 'nu', andando a riempire una piccola nicchia fra Lamb of God, Meshuggah e un pizzico dei Sepultura recenti; hanno invece ben poco a che vedere con i Rage Against the Machine, visto che il rapping viene tenuto costantemente sotto controllo e l'attacco sonoro dei lecchesi è ben più serrato.
Questo grazie anche ad una produzione modello 'nervo scoperto', che riesce a cogliere ottimamente il lato dinamico del sound della band, senza però sacrificare quasi nulla in quanto a potenza. I pezzi invece soffrono un po' di alti e bassi; si parte alla grande infatti con una serratissima Golpe e si prosegue bene con Atman Collapse, poi però l'ibrida Last Way Left cala un po' il tono dell'Ep e le due canzoni successive semplicemente ripercorrono il terreno delle precedenti. L'ultima invece suona quasi come una bonus track, vista la produzione completamente diversa (con molta più attenzione ai bassi) e il cantato, minato da effetti non proprio riusciti, non più in primo piano.
Dunque, penso che gli Agabus debbano ancora perfezionare la formula, soprattutto mirando ad una maggiore intesa tra musica e cantato; di basi solide ne hanno già a iosa e si nota.

Aggiunto: October 29th 2005
Recensore: Damiano Gerli
Voto:
Link Correlati: Homepage band
Hits: 853
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest