Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Dadamatto 'S / T'

(Autoproduzione 2005)

Chi della zona li avrà già sentiti nominare più d'una volta, tutti gli altri è ora che comincino a farci i conti.
Vengono da Senigallia, sono giovanissimi, il loro ultimo lavoro autoprodotto è una bomba, e si chiamano Dadamatto.
Indie, rock, punk, chiamatelo come vi pare, la sostanza è comunque un sound potentissimo, una rabbia perfettamente a fuoco e soprattutto idee dannatamente chiare su ciò che si vuole realizzare: chitarra, basso, batteria e poco altro qua e là, senza tante inutili stranezze, ritmiche e melodie lineari e semplici come la traiettoria di un cazzotto in faccia, puro e semplice rock'n'roll.
Forse, però, la vera arma in più dei Dadamatto è nei testi: un cantato in italiano che una volta tanto non si propone nè intellettualoide (M.K.) nè tantomeno portatore di chissà quali verità (A.), ma che pensa più alla forma e al suono che al contenuto: e così, mentre in tutta la penisola una miriade di band si sbatte perchè non sa che cazzo dire in madrelingua o in inglese (forse perchè a volte non c'è nulla da dire...), ecco che arrivano questi tre ventenni o poco più che ti tirano fuori dal cilindro un gioiello di canzone come Stereolen, il cui ritornello, nè più nè meno, fa: "quando si litiga si vede che qualcosa non va". La pura e semplice evidenza.
Splendide poi Disordine, probabilmente il pezzo che spicca di più in tutto il lotto (fantastico l'intermezzo, un'iniezione di rabbia gradazione 101% che implode sul più bello), Spizz, che cita i Nirvana di Territorial Pissings non solo nel testo ma anche per furia sonora, e 1,2,3,4,5,6,7,8's Rock 'n' Roll, che al resto aggiunge i "contorti" deliri al sax di Marco Emoli.
Certo gli otto episodi non colpiscono tutti allo stesso modo, vedi il divertissement di Dadamarro e la quasi strumentale Danza di Narciso, in cui i residui grunge latenti in tutto il disco si fanno più prepotenti (Cobain e soci su tutti).
Una musica onesta e sincera quella dei tre senigagliesi, cosa ahimè sempre più rara; uno spettacolo di disco che rappresenta uno sputo in faccia al falso intellettualismo dilagante in certi settori artistici, musica rock compresa, e in un verso di Tra l'animo e l'ombra, versione dadamattiana di Ambarabà Ciccì Coccò, i nostri te lo sbattono dritto in faccia: "cerchi ancora di capire, ma il senso è nel rantolo, il senso è nell'ombra, il senso è nell'animo". Grandi Dadamatto.


CONTATTI: dadamatto@libero.it

Aggiunto: August 29th 2005
Recensore: Alessandro Gentili
Voto:
Hits: 1540
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest