Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Carlos Giffoni/Lee Ranaldo/Jim O’Rourke ‘North Six’

(Antiopic 2004)

L'Antiopic inaugura una serie di tre pollici con l'obbiettivo puntato sulla moderna improvvisazione, il tutto rigorosamente ripreso dal vivo.
La "Live Series" si presenta con una confezione elegantissima e la prima formazione documentata risulta sulla carta estremamente stimolante.
Carlos Giffoni, Lee Ranaldo e Jim O'Rourke; intriga vero?
In parte.
Il problema insorge pressante durante la fase d'ascolto.
Venti disastrati minuti di suono sconnesso e casuale che ci lascia ululanti di dolore e fermamente convinti che questa uscita è un flop.
Rumore, rumoraccio bruto e casuale profuso a piene mani dai tre in una esibizione di una malinconia e di una vecchiezza incomparabile.
Ranaldo strapazza un'incolpevole chitarra come solo lui può fare ma con il brio di un tempo che pare essere definitivamente evaporato, non pago si cimenta anche alle sirene (?) il che è tutto dire, O'Rourke sminchieggia sui synth e provoca più o meno dei dolorosi effetti simil lassativi nella sua impalpabile pochezza, gluh gluh gluh sgrich più o meno quello che produce; buon ultimo ma non innocente Carlos Giffoni ci butta dentro un pelo di computer ed un'altro pelo riccio di chitarra tanto per fare.
Il risultato è una stupefacente parodia tragica del peggior Merzbow ma potrebbe essere anche il degno pargolo di qualche ragazzotto di provincia americana annoiato e con i coglioni girati.
Non si salva letteralmente nulla in questo massacro, a qualcuno magari piacerà (con deprecabile atteggiamento masochistico) in virtù dei nomi altisonanti presenti, ma vi giuro; da salvare non c'è veramente nulla.
Questi personaggi stanno realmente diventando i pachidermi musicali del nostro tempo come una volta lo erano stati gli Yes o i Genesis; una pura e semplice cagata. Opere del genere servono soltanto a far diventare più forte l'ascoltatore, a plasmarlo; a fargli conoscere e tramutare in energia reattiva quel sentimento oscuro e puro che è l'odio.
Che la piantino una buona volta; sono patetici.
Da evitare come la peste, peccato per la Antiopic; alla prossima.

Aggiunto: August 3rd 2005
Recensore: Marco Carcasi
Voto:
Link Correlati: www.antiopic.com
Hits: 858
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest