Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Jan Kuijken ‘Vertigo’

(Carbon 7 2004)

"Vertigo" è opera che riunisce tre composizioni create appositamente per la danzatrice Karine Ponties, raccolta antologica dunque per il violoncellista e pianista Jan Kuijken che condensa ed espone mirabilmente la prospettiva sonora dell'autore.
Jan Kuijken era stato avvistato una diecina di anni fa come membro dell'ensemble Louise Avenue per l'album "Let's Take One More..." che comprendeva anche membri degli Univers Zero, dopo quell'esperienza Kuijken si è dedicato quasi a tempo pieno alla creazione di colonne sonore per il teatro e per il balletto lasciando libero sfogo alla propria vena creativa.
Vengono proposte in questa occasione tre colonne sonore, Brutalis del 2002, Capture D'un Caillot del 2001 e Les Tauropes del 2000.
Stupisce positivamente la coesione esistente fra le diverse creazioni, fili tesi e brumosi che si stendono lungo il corso di ogni composizione, la sensazione piacevole di ascoltare un unico flusso compositivo, estremamente malinconico ma non privo di scatti spesso piuttosto spiazzanti come nel pianismo iniziale espressivo di Capture dove è facile imbattersi in fantasmi cinematografici in bianco e nero che poi pian piano vengono ingoiati da una visione modernista realmente conturbante.
Schegge quasi cameristiche che si incrociano con una scrittura fatta anche da spigoli ed angolature avant-garde, screpolature free ed una sottile emotività a farla da padrone.
Tutto molto bello e leggero; veramente.
Una scoperta piacevole che queste giornate afose rendono ancor più intensa, da provare nelle prime ore del pomeriggio, quando il silenzio e l'afa la fanno da padroni incontrastati; strane alchimie vengono a generarsi.
Da provare.

Aggiunto: August 2nd 2005
Recensore: Marco Carcasi
Voto:
Link Correlati: www.carbon-7.com
Hits: 907
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest