Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Goldmund 'Corduroy Road'

(Type Records / Baked-Goods / Wide 2005)

Una mattina troppo fredda, il risveglio e una giornata di pioggia. Un romanticismo triste e disilluso accompagna l’ascolto e ci rende partecipi dello stato d’animo di Keith Kenniff in questo lavoro per la Type Record (neonata etichetta inglese fondata da Xela). Siamo ben lontani dal trattamento elettronico degli strumenti a cui il bostoniano ci aveva abituato come Helios (‘Unomia’ il suo debutto su Merck) ma l’atmosfera ricreata ci riconduce nella stessa direzione. Questa volta però l’intero apparato sonoro è affidato ad un pianoforte, accompagnato talvolta da una chitarra acustica (My Neighborhood, probabilmente la traccia più riuscita dell’intero album) o arricchito in sottofondo con effetti elettronici mai invadenti. Il suono aperto e dilatato crea melodie malinconiche con riverberi e accordi dissonanti (Downward To Darkness On Extended) per poi lasciarci intravedere uno spiraglio di luce (Larrows Of The Field) e dar vita ad un paesaggio la cui bellezza è proprio la sua disarmante semplicità. Un possibile punto d’incontro tra il lavoro fatto da Craig Armstrong nel suo ultimo 'Piano Works' e il progetto Swod di Olivier Doerrel. Tredici tracce strumentali che raccontano altrettante storie e ci conducono per mano verso uno stato di elevazione e di distacco dai piccoli pezzi di umanità che ci circondano, concedendoci un istante riflessivo. L’affermazione di un artista e la piacevole sorpresa di un’etichetta destinata nel tempo a regalarci altri piccoli capolavori di straordinaria quotidianità.

Aggiunto: October 19th 2005
Recensore: Raffaele Natale
Voto:
Link Correlati: Baked Goods
Hits: 1045
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest