Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Ardecore 'Ardecore'

(Il Manifesto 2005)

Uno di quelle cose che riescono bene e che piacciono sia all’orecchio che all’occhio. Il caso è questo cd del progetto Ardecore, cioè la canzone tradizionale romana riveduta corretta e presentata ad uso ed abuso delle generazioni soniche. La formazione creata per l’occasione conta nelle fila gli Zu in completo jazzcore con amore e stornello solare, un’innesto in chiave post-rock discreto e compito con Geoff Farina dei Karate alla chitarra elettrica e un bravissimo Giampaolo Felici voce stornellante di professione e sentimento con aggiunti e benvoluti Luca Ventucci alla fisarmonica e al piano fender e Valerio Borgianelli al vibrafono, i glockespiel e le percussioni. La grafica splendidamente curata di Scarful fa il resto e il contorno. Le canzoni riattualizzate coprono uno spaccato del melodramma capitolino e vanno da Come te posso amà il canto del carcerato virato in chiave avant-folk, a Madonna Dell’Urione, marcetta amara su un omicidio per passione redento dal passaggio della Madonna. E ancora Fiore de gioventù, brano di petroliniana scrittura immerso senza ritorno in una chiave blues condita da innesti mariachi, fino a l’Eco der core composizione di R. Balzani portata al successo da Claudio Villa e incredibilmente sporcata in questa versione dal un ritmo tex-mex degna firma di desperados sonici nostrani. Un piacevole e insistente viatico popolare, un bel disco senza lesinare.

Aggiunto: October 16th 2005
Recensore: Marco Paolucci
Voto:
Link Correlati: Il Manifesto Musica
Hits: 1052
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest