Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Hp.Stonji 'Mélania Cholé'

(Spezialmaterial / Baked-Goods / Wire 2005)

La Spezialmaterial è un’etichetta fondata di recente in Svizzera per dare possibilità a giovani produttori locali di farsi conoscere e rendere visibili le proprie opere. Il progetto hp.stonji è però portato avanti da un duo metà tedesco e metà austriaco, Hans Platzgumer ed E. Stonji, alla loro prima collaborazione sulla lunga distanza, ma entrambi forti di una notevole esperienza solista.
‘Mélania Cholé’ è una produzione di classica IDM (quella della Skam, per intenderci) in cui la programmazione al computer riveste il ruolo principale e lascia poco spazio all’intervento più umano degli strumenti, suonando in modo sin troppo patinato ed artificioso.
Un’atmosfera cupa ci avvolge subito in Errorbeauty, la cassa profonda accompagna linee melodiche sempre tirate al limite, volutamente irreali, effetto ideale per i club, meno per l’ascolto domestico. Metic ripropone i suoni acidi con cui Aphex Twin ha fatto scuola (Come To Daddy) e li miscela neanche troppo male con robuste pulsazioni di bassi distorti, roba diretta ma un po’ irritante.
Verso la fine, Mith si fa apprezzare per l’uso dei beats spezzati e molto sincopati, fuochi d’artificio di un ritmo con venature soul che fa scuotere la testa e convince appieno, caso purtroppo isolato, altrimenti saremmo qui a parlare del cd in maniera ben più entusiasta. Chld invece dilata ulteriormente la tensione già fatta crollare dalla precedente Onak, un motivo ambientale a battuta bassa cui segue una sorta di piacevole ninna nanna, due tracce ben realizzate, ma apparentemente slegate dal resto dell’opera.
Probabilmente non lo ritroveremo nella playlist di fine anno, anche perché subisce le influenze electro che ormai imperversano dovunque e risulta evidentemente legato (a ragione?) al trend del momento. Rimane comunque album degno di un ascolto, e magari di essere ripreso a distanza di qualche tempo per valutare se effettivamente saprà emergere dal magma di produzioni tutte troppo simili e anche un po’ scontate di questo periodo.

Aggiunto: June 2nd 2005
Recensore: raffaele natale
Voto:
Link Correlati: Spezialmaterial
Hits: 1116
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest