Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Jason Kahn ‘Timelines’

(Cut 2004)

Improvvisazione in quel di Zurigo nell'estate del 2004, sei i coinvolti per l'occasione, oltre a Jason Kahn sono della partita, Tomas Korber, Norbert Möslang, Günter Müller, Steinbrüchel e Christian Weber.
I soliti nomi noti dunque.
Tutto da prassi nella prima parte dell'opera in questione, si avverte la mancanza delle immagini dello stesso Kahn e per una fetta di tempo si procede col pilota automatico inserito ed una navigazione a vista che rende il tutto simile ad altri prodotti del genere.
Drones (digitali o meno) che cupamente si alzano e si abbassano, colpetti analogici sparsi, scricchiolamenti sinistri; si attende con cautela un'esplosione che sembra non giungere mai (e non giunge, la fase noise questi signori l'hanno superata da tempo; sigh!).
Pigro stiracchiamento autistico da parte di artisti che narcisisticamente decidono di giocare una sorta di nascondino a cui siamo decisamente abituati.
Ad un certo punto superata la prima fase ondulatoria qualcosa pare intravedersi, niente di eccezionale sia detto però sicuramente flebili segnali di vita.
Il problema principale però di tutta una serie di proposte sembra oramai essere (oltre all'intrinseco problema di un settore che sembra spremuto come un limone) l'incaponimento nel voler proporre su cd stati d'animo che dal vivo possono avere senso in virtù di tutta una serie di fattori (video ed ambientali) che venendo a mancare provocano l'insorgere di una fastidiosa sensazione di noia.
Nulla di questo lavoro è poi realmente brutto ma come dire, sembra di essere al cospetto di un manipolo di fedelissimi di un impero agonizzante.
Nessun guizzo particolarmente memorabile, nessuno scatto nervoso, tutto da copione.
Potrà piacere o non piacere, non è neanche poi cosi importante; si riduce tutto quasi a tappezzeria sonora dove proiettarsi o dove scegliere di non proiettarsi.
Ognuno di loro da solo vale molto di più, forse è il caso di piantarla con l'editare questa serie di ammucchiate sfrigolanti; vederle ha un senso dicevamo.
Oltretutto Inizia ad essere un tantino imbarazzante; sembra di comprare sempre lo stesso disco.
Vogliate bene al vostro acquirente fedele, lui ve ne vuole ancora (per quanto?).

Aggiunto: June 2nd 2005
Recensore: Marco Carcasi
Voto:
Link Correlati: www.cut.fm
Hits: 996
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest