Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Convergence 'Points of View'

(Autoprodotto/Kick Agency 2004)

Dal death metal scandinavo al nu metal il passo a quanto pare è piuttosto breve, almeno a giudicare dalla trasformazione che hanno subito i Convergence per volontà del leader Giacomo che voleva realizzare musica più personale. E grazie ai nuovi membri della band, il cantante è riuscito nel non facile intento, ché avvicinare Points of View ad altri gruppi è alquanto futile.
I quattro hanno deciso sì di suonare nu metal ma di influenzarlo con quanti più stili possibili, dall'elettronica all'industriale; scelta che in generale non si rivela saggia poiché risultante in niente di più che un minestrone denso ma sciapo. Invece i Convergence se ne tirano fuori grazie alla loro sperimentazione razionale e l'ottima tecnica, e indubbiamente anche la qualità dei pezzi fa la sua brava parte. Soprattutto nella prima parte dell'album, i quattro mettono in fila una serie di canzoni notevoli sotto il punto di vista sonoro, sempre rimanendo però orecchiabili sullo stile Staind/Soil/Godsmack.
Se qualche idea è ottima però (il doppio pedale di Breath, l'assolo di Six Feet Under), altre sono decisamente da rivedere: tipo la parte rappata nella prima strofa di Strike The End, poi stranamente non ripetuta nella seconda, o l'esperimento Gravity Kills di Silent che per quanto sia un'idea apprezzabile, alla fine risulta eccessivamente frettolosa. Dunque qualcosa da migliorare e rivedere c'è indubbiamente e fra queste includerei anche la produzione, data la tendenza a sminuire la potenza della batteria, e magari più attenzione alla pronuncia. Insomma siamo di fronte ad un prodotto piuttosto soddisfacente sotto gran parte dei punti di vista (anche grafico) e che trasuda grandi potenzialità, son sicuro con il tempo i Convergence impareranno ad esprimersi al meglio.

Aggiunto: May 30th 2005
Recensore: Damiano Gerli
Voto:
Link Correlati: Homepage band
Hits: 1051
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest