Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Albert Ayler 'The Copenhagen Tapes'

(Ayler Records 2002)

Anno di grazia: 1964; formazione in quartetto: stellare; città: Copenhagen, naturale terra d’elezione per queste registrazioni prodotte dall’etichetta che porta il nome dell’immenso sassofonista figlio e traghettatore del free più viscerale e selvaggio, amico e continuatore per troppo poco tempo del percorso tracciato a forza di tappeti sonori di John Coltrane. Lo accompagnano in queste sessions registrate in settembre in parte al Club Montmartre e in parte alla radio danese, Don Cherry alla tromba, finissimo esecutore e compositore, naturale compagno di avvicendamenti sonici oltre ogni dire ed udire, Sunny Murray alla batteria e Gary Peacock al basso, compagni delle classiche sessioni per la Esp ‘Spiritual Unity’, ‘New York Eye And Ear Control’ e ‘Prophecy’ e inarrivabile macchina da ritmo con Murray naturale telaio interpretativo per Ayler. I pezzi scelti si susseguono senza sosta come Spirits in tre esecuzioni diverse ognuna un passo più in là verso la comprensione ultima, Vibrations o Saints o ancora Mother, a marcare il contatto ricercato/agognato e vissuto fino in fondo, lacerante e straziante di Ayler con lo spirito della sua terra come a tentare una comunicazione tra il qui e ora e il futuro e il passato, rielaborati nelle note del suo sassofono intrecciate con la tromba di Cherry, il drumming di Murray e il pulsare di Peacock, ideale ponte tra il suono e la vita. Un’esperienza catartica.

Aggiunto: April 11th 2005
Recensore: Marco Paolucci
Voto:
Link Correlati: Ayler Records
Hits: 1045
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest