Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


DestroyAllDreamers 'À Coeur Léger Sommeil Sanglant'

(Where Are My Records 2004)


C’è un altro nome da aggiungere alla lista di etichette canadesi impegnate nell’esplorazione del post-rock nelle sue varie forme (Constellation, Noise Factory e Arts and Crafts, quest'ultima più pop-oriented ma comunque casa dei stupendamente funambolici Broken Social Scene), ed è quello della Where Are My Records, la cui ultima produzione è 'À Coeur Léger Sommeil Sanglant', il nuovo album dei DestroyAllDreamers di Montreal.
Nell’arco delle nove tracce che costituiscono l’opera, unendo i toni cupi e austeri della new wave inglese (i Cure di 'Seventeen Seconds' e 'Faith' o i Chameleons), quelli epici di band del dreampop a cavallo tra la fine degli anni Ottanta e la prima metà degli anni Novanta, quali Bailter Space e Slowdive, con il più recente filone post-rock á la Mogwai (o, per nominare qualche formazione loro connazionale, Do Make Say Think e Godspeed You! Black Emperor), i DestroyAllDreamers creano, con magistrale precisione, poderose architetture sonore, il cui incipit spesso in tono minore cede il passo al progressivo schiudersi di scenari maestosi, teatro dell'agitarsi di sentimenti confliggenti, gioia e tristezza, serenità e malinconia, abbandono e speranza, smarrimento e certezza.
Queste costruzioni si reggono salde sul sempre presente contrasto, di cui sono riflesso, tra ordine e caos, melodia e rumore, ridondanti riffs limpidi e sfulgenti e distorsioni/riverberi spaziali che si dilatano in un suggestivo sottofondo ambient.
Nulla di nuovo sotto il sole, certo; tuttavia la meticolosità negli arrangiamenti e l’eleganza sostanziale e mai autocompiacente fanno di 'À Coeur Léger Sommeil Sanglant' un album assai gradevole, emotivamente pregnante e dalla forte carica evocativa.

Aggiunto: January 29th 2005
Recensore: Alessandro Crestani
Voto:
Link Correlati: Where Are My Records
Hits: 2841
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest