Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


fAb 'Promo Cd-R'

(q. d. m. Records 2004)

Un disco di elettronica. Fatta con sonorità diverse e divergenti. La prima suite di quattro pezzi (ex_pi_e_) inizia con suoni dolci (a là Matmos) per poi spostarsi su binari più 'meccanici' costruiti su suoni concreti. Il gioco stereofonico è molto curato e i suoni che a un primo momento possono sembrare non omogenei, vanno invece a formare una struttura che vive da sola e che incorpora (specialmente nel finale) campioni di voce e di suoni 'organici'. La struttura sembra essere un mutante uscito da qualche scena di Blade Runner (magari un occhio che ci spia dalle casse dello stereo!).

L'atmosfera calda creata da suoni sintetici diventa un serbatoio di magma che si muove in stereofonia e ci avvolge lentamente (come in qualche passaggio ambient di Aphex Twin) nella seconda traccia/drone (Acreobject). Il suono che accumula crescendo esplode stranamente in un diminuendo che coinvolge effetti sonori che scompaiono all'improvviso. Sembra che ci sia stato un taglio troppo brusco!

In Manomissioni troviamo una specie di divertissement con samples di suoni elettro-meccanici che formano ritmi serrati e imprevedibili. Radiopassing usa pezzi di frequenze radiofoniche e televisive sempre in crescendo-organico, mentre Piece De Vie conclude il viaggio con un atmosfera calma e pensierosa, quasi onirica.

Il promo di Fabio Orsi sembra discostarsi dai soliti dischetti fatti alla bell'è meglio con un'impronta personale che non ha niente da invidiare ai maestri del laptop. Il suono è personale e originalmente organico (sembra quasi il caldo che si ritrovava nelle prime cose dei Retina). Bel lavoro. Magari la produzione meriterebbe un'occhio in più.

Per contatti:

E-mail: acreobject@hotmail.com

Aggiunto: January 25th 2005
Recensore: marco braggion
Voto:
Hits: 1173
Lingua: albanian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest