Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


ArteMoltoBuffa 'Stanotte/Stamattina'

ArteMoltoBuffa cos’è? O meglio, chi è? ArteMoltoBuffa è il signor Alberto Muffato che, intrepido e coraggioso, ha rimescolato le lettere del suo nome e, un-due-tre oplà, cosa n’è uscito fuori? Pop delicato e tranquillo, leggero, sognante. Messo il disco nel lettore, la sensazione è quella di calma e pace, perché questa, sì, è musica leggera ma non siamo dalle parti di San Remo, grazie a Dio! Si potrebbero fare vari nomi, per far capire il tipo di musica suonata qui, potremmo dire Nick Drake, ma anche un pacifico Sid Barrett, ma perché poi? Basti sapere che qui c’è una chitarra se non proprio acustica, elettrica e pulita, un basso, una batteria e dei gingilli elettronici e non. Alberto è un ventiseienne che passeggia dalle parti di Venezia, si guarda intorno e poi ci scrive su: dice che nella sua musica c’è un lato più oscuro proveniente da dentro (fantasie, ricordi) e un lato più luminoso proveniente da fuori (vita vissuta, esperienze). Stanotte quindi, ma anche stamattina: il disco si apre proprio con il racconto di un sogno, pare di capire, siamo dalle parti dei college americani, c’è una principessa che una volta svegliati naturalmente non c’è più. Sì perché in questo disco c’è tanto amore (ma, lo ripetiamo, non quello di San Remo!) perché un pop così bello non può che essere fatto della stessa materia dell’amore, forse amore infelice chissà: non stupisca una certa malinconia di fondo quindi, le parole qui cantate sono come lacrime d’inchiostro nero, lacrime a biro... queste sono canzoni scritte come un paio di scarpe nuove perché può darsi aiutino a togliere il dolore… um-pah-pahum-pah-pah… Sì perché la cosa bella di questo disco sono anche i testi, testi stralunati per titoli bizzarri, testi sghembi da canticchiare insieme al nostro: si narra di cose successe a lui, ma anche no, cose che potrebbero succedere anche a noi, ma anche no. Onirico, lento, leggero, sbilenco, calmo, romantico… quanti aggettivi si possono usare per questo disco? Bello e basta, crediamo possa bastare.

Aggiunto: December 19th 2004
Recensore: Lucio Carbonelli
Voto:
Link Correlati: ArteMoltoBuffa
Hits: 1081
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest