Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


KBN 'Brain'

(Autoprodotto 2003)

I Klatuu Barada Nikto sono un gruppo romano che troviamo al secondo album in studio, dopo un precedente demo s/t e una performance dal vivo. I tre (quattro in formazione live) ci spiegano che il loro nome viene da un film di fantascienza anni ’50, che ricordo è 'Ultimatum Alla Terra' o 'The Day the Earth Stood Still' (e come non ricordare 'Klatuu… ehm… Barada… ahem ehm Nirvana…'?) e che fanno del rock incategorizzabile.
Effettivamente non è facile descrivere il loro stile, proprio a metà tra melodia e rumore, e mi sembra anche futile tirar fuori i soliti nomi (non so perché, ho pensato ai Cobra High).
Troviamo dunque sette pezzi ben suonati e scritti, di più non si sa visto che non sono minimamente riuscito ad indagare su testi e dintorni; la loro homepage proprio non vuole saperne di caricarsi interamente (oppure c’è solo una pagina? Boh). Comunque per quanto si possa parlar bene della loro capacità di scrivere canzoni e di suonarle con professionalità (i.e Puppet Show), non sono proprio riuscito a distinguerle sufficientemente.
Oddio, indubbiamente ci sono momenti strettamente musicali davvero notevoli (Aibliv), ma in generale si fa fatica a seguire la voce (a parte nell’unico pezzo in italiano, KBN) e a rimanere attenti per tutta la durata del cd.
Questo anche per colpa di una produzione che fa ben poco per trasmettere all’ascoltatore l’aggressività della band. Strano perché sono proprio i tre che ci dicono che l’album è stato registrato nella loro sala prove, cioè in presa diretta, in modo da replicare efficacemente l’energia pura del materiale. Intento lodevole ma è chiaro che qualcosa è andato storto, perché c'è un'evidente necessità di rendere le chitarre più taglienti e di mettere la voce in primo piano.
Insomma anche qui c’è il solito 'peccato', perché con un po' più di attenzione al materiale e alla produzione c’era la chicca; pazienza, dategli comunque un'ascoltata che 'sti ragazzi sono interessanti.

Aggiunto: October 11th 2004
Recensore: Damiano Gerli
Voto:
Link Correlati: Homepage band
Hits: 1149
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest