Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Books Lie 'Hall Of Fame And Fire'

(Level Plane / Nova Recordings 2004)

Direttamente da Brucculino, ecco a voi i Books Lie, band di hardcore prettamente old school che lavora da diversi anni e ha alle spalle 4 tour degli Stati Uniti e uno europeo. Indubbiamente la Level Plane ha realizzato un bel pacchettino, raccogliendo in questo "Hall of Fame And Fire" il primo album della band più tutti i singoli e le b-sides uscite sui 7'' e cd vari.
Probabilmente qualche pezzo avrebbe benificiato di un piccolo trattamento di, se non rimasterizzazione, pulitura, ma indubbiamente siamo di fronte ad un prodotto solido.
L'album in sè poi suona piuttosto interessante dall'inizio alla fine, con un hardcore molto anni '80 e voce invece più orientata sui '90. Si nota anche un basso piuttosto ricamato e perennemente in primo piano. Peccato invece per qualche pezzo che sembra quasi incompleto, e dunque largamente evitabile, ma comunque la qualità si mantiene sempre su un buon livello.
Comunque personalmente mi sono sembrati più 'freschi' e divertenti i pezzi raccolti da singoli vari, che beneficiano poi anche di una potenza maggiore e testi piuttosto divertenti (inclusi nel libretto, per fortuna).
Immancabili poi anche le tracce psueodance sia nell'album che nel seguito, rivelandosi però molto meno seriose del solito e dunque anche meno fastidiose nell'ascolto. Da non perdere poi i titoli Young MC5 (che è appunto pseudodanzereccia ma dal sapore molto retrò) o la chiusura Letter To My Psychiatrist.
Insomma se siete appassionati di TSOL e Born Against, questo è l'album adatto per passare un po' di tempo in caciaronesca allegria. Tutto sommato una bella sorpresa.

Aggiunto: May 31st 2004
Recensore: Damiano Gerli
Voto:
Link Correlati: Homepage band
Hits: 1011
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest