Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


AA. VV. 'Bip_Hop Generation [V.7]'

(Bip Hop/Wide 2004)

Continua il viaggio di Philippe Petit attraverso i meandri di un elettronica minimale e ambientosa, un viaggio che giunge alla sua settima tappa e che riesce ogni volta a fare una panoramica attendibile sulla scena planetaria, sempre con un attenzione particolare verso realtà semisconosciute ma non per questo meno interessanti. Ed ecco che anche dal minutaggio generale del settimo volume della celeberrima raccolta emergono nomi noti che non hanno bisogno di molte presentazioni quali quello del newyorkese Taylor Deupree, qui ad aprire con 3 soundscapes dal carattere dilatato e meditativo, quello dell’argentino Leonardo Ramella nei panni di Emisor, un po’ sotto tono la sua selezione, dei giapponesi Fonica con un'unica, ottima suite ambient fatta di suoni modulari dal carattere morbido e straniante, del progetto Fm3 del cinese Christian Virant, autentica sorpresa, con 2 suggestive atmosferizzazioni che, pur essendo più intelligibili, riescono ad essere comunque al passo di quelle seguenti del più conosciuto collega canadese Ghislan Poirier, suo uno dei migliori dischi ambient dell’anno passato. Chiude la carrellata Janek Schaefer con un’unica traccia che ha ancora l’aria di un field recording processato, l’ennesimo quindi, con dentro tutta la carica visionaria propria della personalità artistica dell’inglese. Di nuovo una suggestiva panoramica della label francese sull’elettronica di limite, ben ottanta minuti di suggestioni ambient dalla cifra minimale, da percorrere d’un solo fiato in compagnia di se stessi.

Aggiunto: July 10th 2004
Recensore: Vittorio Marozzi
Voto:
Link Correlati: Bip-Hop
Hits: 1007
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest