Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Belle & Sebastian 'Tigermilk'

(Jeepster 1996)

Buona la prima. Hanno fatto centro al primo colpo. E che centro. Viene da sospettare che il loro fuggire dai media sia per nascondere una loro origine aliena. Sappiamo i loro nomi : Stuart Murdoch (vocals, giutar, piano), Stuart David (bass), Stevie Jackson (guitars, harminca, vocals), Richard Colburn (drums), Chris Geddes (keyboards, guitar), Isobel Cambpell (cello) and Sarah Martin (violin, stylophone); e abbiamo la loro musica, per il resto possiamo lasciare vagare la nostra immaginazione. Forse custodiscono il segreto per poter viaggiare nel tempo, riuscendo così poi a tradurre in modo assolutamente autentico i suoni che hanno caratterizzato la storia della musica, non perdendo in originalità. Sembrano arrivare direttamente dagli anni del rock ‘n’ roll in You’re just a baby, oppure dagli anni ’80 della disco in Electronic Renaissance, ma dando al tutto il loro tocco. Difficile non lasciarsi trasportare dal ritmo delle chitarre acustiche di The State I am in e quelle accompagnate dalla tromba spensierata di She’s losing it. Si odora l’America, quella di Simon & Garfunkel, un po’ ovunque, in I could be dreaming, in I don’t love anyone per tornare alla Scozia nell’intima Mary Jo e in Expactations, con quel bellissimo crescendo di strumenti.

Un album gustoso dall'inizio alla fine, e pensare che è nato come progetto di un college di musica. Un album appena nato e con già tutta la sapienza necessaria a farne un classico. Ogni canzone ha intensità ed è così perfettamente compiuta in se stessa da essere quasi incredibile per un esordio.

Aggiunto: February 21st 2002
Recensore: Francesca Catalini
Voto:
Hits: 1263
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest