Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Miba ‘The Corplate Problem’

(Pax Recordings 2003)

Miba è un simpatico duo che vive e lavora a San Francisco, Mark Bartscher e Kristin Miltner sono un ragazzo ed una ragazza dal sorriso aperto e simpatico come le foto ci dimostrano e la loro musica non gli è da meno riuscendo nella non facile impresa di coniugare istanze colte ed echi che non si fatica a ricondurre ad un lontano aroma della California lisergica di qualche anno addietro. Nei loro frastagliati brani talvolta con un piacevole effetto a sorpresa si assiste alla riuscita unione fra spirito modernista di chiara matrice glitch e memorie sbiadite di qualche colorato sogno (o incubo se preferite) psichedelico. Ma la loro è una lisergia oscura e debitamente panica nel suo apparire e scomparire dietro specchi convessi come in precedenza avevamo assaporato forse dalla navicella Experimental Audio Research o in tempi più vicini dal Fennesz pre "Endless Summer".
Le nebbioline che ammantano spesso San Francisco all'alba devono esser sicuramente penetrate all'interno dei loro computers creando strani giochi melodici d'ombra, devono aver dato vita fra uno stampato in silicio e l'altro a verdi/azzurre chiazze di muffe mutanti; non si spiega altrimenti un tale florilegio di organicità ben celata.
Piace molto l'attitudine pop nel trattare materiali altrimenti ben più ostici ed il trittico iniziale composto da Weird Birds, Bathing In Similar Objects e Pulled Towards The Earth ce lo dimostra chiaramente ed in maniera fluida e convincente; tre piccole gemme che sfuggono senza apparente sforzo il pericolo in costante agguato della stanchezza auditiva mescolando abilmente leggere porzioni cerebrali e assolate distese di melodia aerea free form.
Voci che sommessamente si rincorrono sullo sfondo, campane, granulari textures rimiche, marchingegni sonori autoprodotti, suoni trovati, densi muri di noise che si agitano all'orizzonte; tutto sembra esser egualmente importante nella definizione finale di un brano. Tutto è debitamente bilanciato.
Miba è un progetto che si è fatto le ossa suonando in numerosi festivals americani e questo non poco deve aver giovato alla coesione finale del prodotto in questione.
Da qualche parte si agita anche una possibile congiunzione astrale con il lavoro svolto da Pauline Oliveros nei suoi lavori elettronici che si rivela sopratutto nella circolarità di alcune strutture leggere come l'aria che spesso iniziano a rotolare su se stesse fornendo anche un ipotetico parallelo con il lavoro europeo di Janek Schaefer.
Una delle più felici uscite di casa Pax Recordings che ci regala un lavoro estremamente godevole ed arguto.
Ammalianti...

Aggiunto: May 7th 2004
Recensore: Marco Carcasi
Voto:
Link Correlati: www.paxrecordings.com
Hits: 5480
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest