Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Derozer 'Live In Studio'

(Derotten/Alternative/Venus 2004)

I vicentini Derozen sono sans doute una delle punk rock bands più amate e importanti dell’ultimo decennio. Sorti nel 1990 addirittura dalle ceneri degli I DENY (seminale formazione hc che incise un EP piuttosto valido nel 1986), hanno saputo crearsi negli anni un’immagine di culto che va ben oltre i confini italiani. Registrato a Gottingen (Germany) durante il lungo tour che ha portato la band ad esibirsi in tutt’Europa e anche in Canada, “Live In Studio” è una sorta di compendio antologico di tanti anni di attività appassionata e decisamente “without compromises”. Come suggerito dal titolo, l’idea del disco è quella di presentare tutta la potenza di fuoco tipica dei (seguitissimi) “live acts” dei DEROZER su un supporto registrato in studio . Ben 21 tra i pezzi migliori del repertorio Derozer (più la cover di ‘Commando’ dei grandissimi RAMONES) vengono qui letteralmente sparati a raffica in presa diretta su un 16 tracce analogico. Si comincia con il bellissimo pop-punk di Branca Day (Ti Amo Quando Sono Sbronzo /Ti Amo Di Più / Quando Io Sono Ubriaco / Mi Piaci Di Più!”) e si prosegue con altre 2 tracks tra le più amate dai fans della band: Alla Nostra Età ( autentico inno per tutti i trentenni che non si rassegnano alla “comandata” rispettabilità borghese del matrimonio/conto in banca/… insegnare catechismo in parrocchia il sabato pomeriggio!) e Canzone Ska, che ironizza sulla moda e sulla vendibilità di certo ska-punk appetito da certi “furbi” (furbi???) discografici (“Giuro che ci ho provato /Ma Tutto Quello Che ho Ottenuto / E’ Questo Pezzo Punk /Che Non E’ Una Canzone Ska!”). In rapida successione seguono tutti gli altri cavalli di battaglia dei pop-punkers vicentini. I testi dei Derozer sono sempre affilatissimi e sarcastici e prendono costantemente di mira gli aspetti più stupidi e superficiali dell’Italietta amorale e furbacchiona di oggi (si vedano ad esempio ‘144’ sul business dei telefoni erotici, o ‘TG’ o ‘Il Ballo Dei Potenti’). Il tutto condito con un sound granitico e potentissimo, chiaramente figlio della Ramones’ Revolution. E’ un bene che in Italia esistano ancora bands come i Derozer. Punto!

Aggiunto: March 23rd 2004
Recensore: Michele Ballerini
Voto:
Link Correlati: www.derotten.it
Hits: 1397
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest