Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


SS Puft 'Live At Earthshaking Music'

Il cosidetto 'nuovo jazz' non passa solo per Chicago e non tocca solo gruppi tipo: Vandermark 5, Chicago underground....... Proprio nella città di Atlanta è stato registrato questo doppio cd: Live at Earhshaking Music degli SS Puft. Quintetto formato da Colin Bragg (chitarra), Jeff Crouch (tromba), Blake Helton (batteria), Erik Hinds (H'arpeggione) e accompagnati per l'occasione anche dal sassofonista Dave Rempis (Vandermark 5, Chicago Improvisors Ensemble). Assaporando pian piano il disco si capisce facilmente che Rempis rappresenterà sia la figura di 'Jolly' che di conduttore privilegiato per quasi tutti i pezzi. Nel primo cd la musica che ne esce fuori è una elettrizante mistura di free veloce e poderoso (Naked City), dove di tanto in tanto sia il blues (Bill Frisell) che il rock fanno la loro parte. Esempi come: gestures, navayio e in particolare exspress credo rispecchino in pieno questi elementi. Potrete provare a sentire questa musica come colonna sonora per qualche romanzo di Spillane. Al contrario in ether l'aria diventa più colta e claustofobica ricordandoci molto sonorità legate all' AACM. Il secondo cd prende una diversa strada, forse più impegnativa ed interessante, facendoci acoltare sia Rempis in una estemporanea prova solistica sia in duetti con la tromba che con la chitarra. A dispetto degli ultimi due sono i silenzi, le piccole frasi taglienti, i suoni circolari parkeriani del sax ad essere i momenti più rappresentativi di questo live. Concludono: l'epilettica e cool sludge e la un pò troppo rockettara blues for Arnold. Aria metropolitana e da fumosi e loschi sotterranei.

Aggiunto: April 7th 2002
Recensore: Sergio Eletto
Voto:
Link Correlati: solponticello
Hits: 8912
Lingua:

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest