Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Lush Rimbaud 'I've Just Killed A Man'

(Autoprodotto 2004)

I Lush Rimbaud avevano superato il tragico dilemma del "gruppo promettente" praticamente fin dal primo lavoro, dimostrando che era possibile suonare indie rock (con i dovuti condimenti post post post) senza suonare come l'ennesimo tentativo di emulazione di bands d'oltreoceano. Avendo ascoltato un loro concerto mi ero subito convinto dell'effettiva bontà dei quattro marchigiani; ebbene sì, sembravano proprio un piccolo miracolo.
E guarda caso, in "I've Just Killed A Man" ritornano con tutta la loro potenza controllata che già aveva eccitato molti.
Con questo cd-r ci propongono alcuni brani già ascoltati nel debutto, opportunatamente riarrangiati, più alcuni pezzi nuovi. Il tutto con una produzione di primissima qualità, che fa risaltare ogni strumento in maniera ottima e aiuta l'ascoltatore a concentrarsi esclusivamente sulla musica.
E fanno bene perché di carne a fuoco c'è n'è davvero a iosa: dei riff assassini (LR Vs Cars) con sapore molto Arab On Radar, arpeggi più tranquilli (Twilight Zone), assoli di basso e aumenti di velocità notevolmente coinvolgenti. Forse ecco è rimasta qualche ingenuità sui testi, e qualche stonatura qui e lì che non rende giustizia al resto ma sono da perdonare instantaneamente se consideriamo che i Lush Rimbaud se la cantano e se la sonano! Ovvero questo album è stato interamente prodotto e registrato nella loro casa-studio e davvero si sente dalla grande attenzione per ogni singolo arrangiamento, più un finale con violino e violoncello da godersi in religioso silenzio.
"I've Just Killed A Man" però richiede anche attenzione per essere goduto fino in fondo, ascolti svogliati porteranno solo a qualche sbadiglio di troppo che la band non si merita davvero. Due-tre e, perché no, quattro loop e comincerete a sentire che... minghia, questi suonano proprio bene!
E dopo 34 minuti di chitarristica goduria cosa importa se la copertina è in bianco e nero, se non ci sono i testi, se non hanno un homepage e la bustina trasuda amatorialità? Non è quello che fa un grande album, e a quanto pare i Lush sembrano averlo capito in pieno.
Infine per rispondere al finale della recensione (quella del primo demo-ndr) dello splendido Carassai: 'no, la differenza non la fà per niente!'

Fate un favore ai vostri timpani e informatevi presso lush_rimbaudrock@hotmail.com

Aggiunto: January 28th 2004
Recensore: Damiano Gerli
Voto:
Hits: 4602
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest