Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Harmful 'Sanguine'

(Spv Gmbh/Audioglobe 2003)

Un gruppo maturo ed esperto come i Harmful che e’ al suo quinto album potrebbe essere all’ apice della carriera, ma purtroppo per il trio tedesco, non e’ cosi’. Nati nel ‘93 si ritrovano oggi senza fama, ma con un bagalglio tecnico sicuramente notevole.
'Sanguine' si presenta come un album di rock puro e crudo, che riesce ad essere continuo nel suono ma allo stesso tempo sempre diverso. Rispetto al loro lavoro precedente 'WRomantic', troviamo un perfezionamento nel suono e nella produzione, rendendolo un disco piu' potente. Gli Harmful creano 12 traccie intense, piene di rabbia ed energia, che non cadono in generi specifici, ma semplicemente sotto il grande nome del rock. E’ certamente la loro esperienza che li porta ad essere un gruppo che concepisce musica per il puro gusto di farlo e non per i soldi, un fenomeno che va lentamente sparendo nel genere musicale.
Il suono del disco e’ caratterizzato dalla cristallinita’ degli strumenti e allo stesso tempo dalla loro fusione, riuscendo a creare canzoni da primi posti di classifica. Una di queste e’ Anything or Nothing che attraverso un ritmo orecchiabile richiama subito l’attenzione, poi ci sconvolge con un sorprendente Aren Emirze (il cantante) che con le sue pungenti vocali rende la traccia piu’ originale e difficile da dimenticare. Essendo un disco dove troviamo un misto di pezzi “arrabbiati” (Dumb) e pezzi piu’ dolci, (I remember You ) notiamo che il gruppo e’ abile nel rimanere autentico, senza cadere nella monotonia del suono che a volte caratterizza il rock moderno. In generale un’ottima prova di maturita’ da parte del gruppo tedesco, in attesa che siano riconosciuti per quello che valgono veramente.

Aggiunto: December 22nd 2003
Recensore: Matteo Cellini
Voto:
Link Correlati: Harmful Homepage
Hits: 978
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest